Secondi

E inoltre . . .

Lumache in umido


Due parole:

Le lumache sono come la verdura: si raccolgono nell'orto, e, come la verdura dell'orto, non costano niente.
Impossibile rinunciare ad un cibo gratuito, soprattutto negli anni passati, in cui riempire la pancia era un problema quotidiano.

Esecuzione:

Dopo la cattura le lumache vanno spurgate (bisogna fare in modo che espellano tutti i residui di cibo ingeriti e parte del muco).
Il sistema classico, qui, consiste nel metterle, ancora vive, per tre giorni, in un recipiente con farina di mais.
Trascorso questo tempo nutrendosi di farina, si saranno liberate di quanto ingerito prima.

Ora si possono sbollentare qualche minuto, in modo che diventi più facile estrarle dal guscio ed eliminare il sacco dei visceri.
Si macerano poi per un paio d'ore nel vino bianco, dopo di che si lavano a lungo in acqua corrente.

Si fanno soffocare in una casseruola con olio, burro, aglio e prezzemolo per circa mezz'ora.
A questo punto basta aggiungere vino bianco e far sobollire per un paio d'ore.

Note:

Non sono forse Escargots a la Borguignonne, ma....