Ricette della nonna

E inoltre . . .

Salsa di peperoni e acciughe


Due parole:

Ecco la ricetta di una salsa di peperoni che mi dicono ottima da accompagnare alla polenta o per il luccio in salsa.
E' una ricetta di mia nonna paterna, tramandata da mia zia.

Certo non è una ricetta adatta ai ritmi di oggi: dall'acquisto dei peperoni alla salsa pronta da consumare possono passare anche 6 - 8 mesi. E' una ricetta di quando i peperoni c'erano solo d'estate, e non si trovavano tutto l'anno. Penso però che la semplicità di esecuzione ed il procedimento di conservazione, senza cottura, meritino molta attenzione.

Ingredienti:

1 kg. peperoni verdi, 300 gr. acciughe sotto sale, aceto q.b., aglio in spicchi.

Esecuzione:

Pulire i peperoni con uno straccio pulito ed asciutto (se del caso, lavarli il giorno prima in modo che, al momento dell'uso siano perfettamente asciutti).
Aprirli, eliminare i semi ed il torsolo e tagliarli in falde.
Mettere le falde, ben sistemate, in un vaso di vetro da circa due litri, ricoprire, a crudo, di aceto e mettere in dispensa per almeno due mesi. Sei mesi, mi dicono, è il tempo giusto.

Trascorso il tempo opportuno lasciar scolare i peperoni, in un colapasta, per un'oretta, dall'aceto servito alla conservazione.
Intanto pulire, sfilettare e tagliare a pezzetti le acciughe.

Passare i peperoni e le acciughe con la mezza luna, fino ad ottenere pezzetti molto piccoli, ma non poltiglia, i pezzetti di peperone si devono sentire in bocca.
Mettere il battuto in una casseruola e far sobollire per circa mezz'ora.

Sistemare la salsa in vasetti piccoli, coprire con abbondante olio, lasciandolo infiltrare lentamente, senza mescolare, tutta notte.
Il giorno dopo appoggiare mezzo spicchio d'aglio sulla salsa, rabboccare l'olio, chiudere il vasetto con cura e conservare in dispensa almeno un mese prima del consumo.