Salse e contorni

E inoltre . . .

Salsa saorina


Due parole:

La Salsa saorina ormai si trova solo sui libri di ricette tradizionali, e forse, in qualche casa di campagna.
Il gusto è decisamente dolce, senza nemmeno il correttivo della senape, che domina la mostarda.
Consideratelo un esperimento di archeologia del gusto.

Esecuzione:

Aggiungere a mezzo litro di vino cotto due etti di noci pestate, la scorza di un paio di arance, tre mele grattuggiate, una fetta di zucca di circa mezzo kg., cinque chiodi di garofano, un pezzetto di cannella, un etto di zucchero e mezzo etto di pane grattuggiato.

Mettere tutto al fuoco e far bollire per circa mezz'ora. Togliere i chiodi di garofano e la cannella e passare al setaccio.

Note:

La saorina accompagava la polenta, fresca o abbrustolita, ed il pane.
Serviva anche come ingrediente fondamentale dei tortelli guazzarotti