Primi asciutti

E inoltre . . .

Tortelli sguazzarotti


Due parole:

Questi tortelli con ripieno di fagioli sono ormai soltanto una curiosità anche perché il loro gusto dolce (non c'è la mostarda a fare da contrappunto, come nei tortelli di zucca) li rende abbastanza lontani dalle nostre abitudini.
Tuttavia sono così insoliti che non me la sento di ometterli.

Esecuzione:

Lessare un chilo di borlotti, passarli al setaccio, togliendo le bucce, e mescolarli con una dose di salsa saorina. Lasciar riposare per una giornata.

Il giorno successivo fare una sfoglia utilizzando otto etti di farina e solo tre uova, per il resto aggiungere acqua q.b.; fare dei tortelli analoghi a quelli di zucca utilizzando il riprieno di fagioli e salsa.
Una volta lessati in abbondante acqua salata i tortelli si fanno asciugare su un canovaccio

Si servono tiepidi o freddi, in una zuppiera, facendo strati successivi e condendo ogni strato con altra salsa saorina, preparata per�con un litro di vino cotto, anzichè mezzo, e senza cannella o chiodi di garofano.

Note:

Questi tortelli si chiamano sguazzarotti perchè devono sguazzare nel loro sugo.